mercoledì 18 ottobre 2017

I CONFETTI NON POSSONO MANCARE.......

Sono senza dubbio uno degli elementi che non possono mai mancare in una cerimonia.
Ce ne sono di tutti i tipi e per tutti i gusti dai classici alla mandorla e al cioccolato per arrivare a quelli ripieni e dal sapore particole e nuovo.
Ma perchè sono così importanti all'interno di questo bellissimo evento? 
Ne esistono di molteplici gusti a volte anche molto particolari come al banana e la papaya o ancora al caffè e al pistacchio e c'è anche chi ne va matto e ne riesce a mangiarne una gran quantità in pochissimi minuti, stiamo parlando proprio di loro i confetti piccoli e gustosi dolcetti.
Individuare una data di inizio della creazione dei confetti è piuttosto difficile anche se sembrerebbe che il primo confetto sia nato per scopi curativi e sia stato inventato da un arabo che ebbe appunto la geniale idea di ricoprire il medicinale con un guscio dolce per renderlo più piacevole e favorire così una migliore ingestione.

Già a partire dai Romani però i confetti venivano usati come facciamo noi con l'unica differenza che erano gli invitati a portarli agli sposi come segno e augurio di una vita propizia. E' però alla fine del 400, grazie anche all'arrivo dello zucchero in tutta l'Europa, che i confetti vengono utilizzati nella forma che noi ben conosciamo.
Accanto alla nascita dei confetti si sviluppa anche l'idea di conservare i confetti all'interno di preziose scatoline da qui la creazione delle bomboniere. 

All'interno delle bomboniere invece sempre per tradizione i confetti devono essere 5 ad indicare un augurio di felicità e fertilità alla nuova coppia.
I 5 confetti rappresentano i doni della vita e cioè salute, fertilità, longevità, felicità, ricchezza.


Continuate a seguirci uno per uno vi presenteremo tutti i nostri tipi di confetti......


sabato 23 settembre 2017

I COLORE DI TENDENZA DEL 2017......

Lo sappiamo che siamo in ritardo...! In attesa del colore di tendenza del 2018 pubblichiamo il colore che hanno scelto tante nostre clienti per le loro meravigliose bomboniere........


PANTONE, l’azienda statunitense che nel tempo è diventata sinonimo di una delle classificazioni di colore più conosciute e importanti al mondo, ha eletto il colore che influenzerà lo sviluppo di prodotti in settori come la moda e il design durante il prossimo anno: il colore per il 2017 è iGreenery (codice 15-0343), che viene definito dall’azienda come “una fresca e frizzante sfumatura giallo-verde che evoca i primi giorni della primavera, quando il verde della natura si rinvigorisce e rinnova”.



Secondo il direttore esecutivo del PANTONE Color Institute, Leatrice Eiseman, il colore del 2017 è stato scelto anche in contrapposizione a quelli del 2016. Lo scorso anno sono stati scelti due colori pastello, “Serenity” and “Rose Quartz”, che dovevano esprimere il bisogno di armonia in un mondo caotico. Quest’anno, invece, si è voluto scegliere un colore che guardasse al futuro: «Abbiamo di fronte un panorama politico e sociale complesso», ha detto Eiseman, «e le persone sentono il bisogno di rivitalizzarsi e rinnovarsi. Il Greenery simboleggia la connessione che cerchiamo con la natura e con gli altri, per non parlare di obiettivi ancora più grandi».

E per il 2018 quale sarà il colore che Pantone sceglierà come colore che farà tendenza?.....

In attesa, possiamo dire che il  GREENERY, continuerà anche il prossimo anno ad essere di tendenza. Il Greenery è un verde chiaro, fresco, con note di giallo. Evoca la natura che si risveglia e la sua naturalezza, la semplicità, le piante, i prati. E' un colore fresco e frizzante. Ideale per per le decorazioni floreali della Chiesa e della Location scelta per il Ricevimento nuziale, per gli abiti delle damigelle e per gli elementi decorativi, compresi gli accessori dei due sposi.



mercoledì 20 settembre 2017

MATRIMONI NEL MONDO, CUORIOSITA' E TRADIZIONI

Alcune sono romantiche altre invece sono davvero curiose per non dire strambe! Stiamo parlando delle tradizioni nuziali nel mondo.
Scoprite con noi quali sono le usanze legate alle nozze appartenenti a paesi e culture nel mondo!
Cominciamo.....!

MATRIMONIO IN INDIA

Il matrimonio in India viene considerato non solo un sacramento che garantisce una continuità familiare, ma anche un mezzo per ripagare il proprio debito con gli antenati.

Infatti, secondo i Veda, testi sacri dell'Induismo, la vita degli Indù è scandita da tappe necessarie. Dopo aver concluso lo stadio di studente, l'uomo deve passare alla seconda tappa, quella di padrone di casa. Il matrimonioè un'unione indissolubile non solo tra gli sposi, ma anche tra le due famiglie degli stessi.
Generalmente, si tratta di matrimoni combinati, ovvero, organizzati dalle famiglie che si impegnano ad accasare i figli quando si avvicina l'età adatta.
Il partner ideale viene scelto tenendo in considerazione lo strato sociale ed economico della famiglia, il credo, la casta e il quadro astrale di nascita.
costi della festa di nozze sono a carico della famiglia della sposa.
Il matrimonio d'amore generalmente non è contemplato e, solitamente, viene osteggiato dai religiosi ortodossi, in quanto può trascendere e sfidare le barriere di casta, credo ed età. Tuttavia, oggi la scelta autonoma è molto più frequente che in passato, soprattutto, tra le caste benestanti.
Nel giorno prima delle nozze, alla sposa vengono dipinti piedi e mani con l'hennè tramite la cosiddetta tecnica Mehndi, delle vere e proprie opere d'arte in cui molto spesso viene nascosta l'iniziale del futuro marito. Se quest'ultimo riesce a trovarla avrà in mano le redini della famiglia altrimenti sarà succube della moglie!
Si tratta di una sorta di addio al nubilato, una vera cerimonia a cui partecipano le amiche e le parenti della sposa.



Nelle zone settentrionali dell'India, i colori tradizionali dell'abito nuziale sono il rosso, colore di buon auspicio ed il verde, simbolo di fertilità.
Nelle zone meridionali, invece, l'abito nuziale è per tradizione il sari bianco. Di solito, le spose indiane nascondono il proprio viso con un velo anche se, in alcune zone più liberali, è sufficiente coprire la testa.


Il giorno del matrimonio viene acceso un fuoco sotto un grande gazebo decorato con fiori. Lo sposo arriva in processione accompagnato dalla famiglia e dagli amici festanti e viene accolto dalla famiglia della sposa.
Durante la cerimonia, gli sposi si scambiano ghirlande di fiori, yogurt e miele, noci di cocco, petali di fiori e burro chiarificato.
Il padre della sposa affida la figlia allo sposo dopo la promessa di assistere la ragazza nella realizzazione dei tre sacri scopi matrimoniali: DharmaArtha e Kama.
La parte principale e centrale del rito consiste nei sette passi: gli sposi compiono insieme sette passi intorno al fuoco sacro e recitano invocazioni e promesse per la loro futura vita coniugale. Al termine di questo rito, gli sposi sono ufficialmente marito e moglie.
Lo sposo, dunque, allaccia alla sposa un girocollo, contenente i simboli di Shiva o Vishnu, che costituisce l'insegna di donna sposata, aggiungendo anche gli anelli alle dita dei piedi o una fede nuziale. In seguito, pone una polvere rossa nella scriminatura centrale dei capelli della sposa e sulla fronte, a simbolizzare la sua nuova condizione di donna sposata.
La famiglia dello sposo offre doni alla sposa e gli invitati lanciano petali di fiori verso la nuova coppia.
Dopo il matrimonio e il ricco bachetto nuziale, gli sposi partono per la loro casa, spesso quella familiare del ragazzo, portando con loro in un braciere il fuoco sacro di fronte al quale si sono sposati.


domenica 10 settembre 2017

I CONFETTI E LA LORO STORIA.......


"Questo perchè in questi giorni siamo riuscite a far capire, ad una sposina che voleva regalare solo la bottiglia di vino ai suoi invitati, l'importanza di donare i confetti ai propri invitati. Anche un semplicissimo sacchetto può fare la differenza...."



A quanto pare l'utilizzo dei confetti ed il loro ghiotto caratteristico gusto, è presente nella storia da tempi davvero lontani.
Gli antichi romani erano soliti utilizzarli per festeggiare matrimoni, unioni e nascite, testimonianze della presenza dei confetti sono state rinvenute in scritti molto antichi del 447 a.c.

Uno studioso arabo in tempi assai lontani, pare sia stato il primo ad utilizzare il confetto anche per scopo terapeutico: ovvero andò a ricoprire la medicina con l'involucro dolce caratteristico del confetto.
I confetti dolci comunque, si presentavano alle loro prime apparizioni preparati con miele, mandorle, farina.

Lo zucchero non era ancora stato conosciuto, e quando avvenne, questo sostituì il miele in gran parte della pasticceria.

La parola confetto trova origine dal latino confectum, passato del verbo conficere, ovvero fare, preparare, comporre.
Gli antenati dei confetti, erano mandorle, noci, pinoli, pistacchi ricoperti di miele, prelibatezze che i nobili erano soliti conservare per il loro consumo nelle bomboniere.

Per la produzione moderna dei confetti, è necessario fare un salto nel tempo fino al XV secolo, dove la città di Sulmona spiccava per la sua abilità, sempre mantenuta, nella squisita produzione di raffinati confetti anche da un punto di vista artistico ed estetico del dolcetto.

I confetti accompagnano da molti anni il festeggiamento di eventi volendo significare il buon auspicio per i festeggiati, ma ricoprono anche un ruolo importante per complementare a dovere pranzi o banchetti.

sabato 29 luglio 2017

BRACCIALE CHIAMA ANGELI



Il chiama angeli (noto anche come bola messicna) ha forma sferica e contiene al suo interno un piccolo xilofono che nel muoversi emette un suono molto dolce, ideale per rilassare il bimbo ed anche la mamma.
I materiali più utilizzati per realizzarlo sono oro ed argento e alpaca.

Come è fatto un chiama angeli?

Il chiama angeli (noto anche come bola messicna) ha forma sferica e contiene al suo interno un piccolo xilofono che nel muoversi emette un suono molto dolce, ideale per rilassare il bimbo ed anche la mamma. I materiali più utilizzati per realizzarlo sono oro ed argento e alpaca.

Che significato ha il chiama angeli?

Il chiama angeli si ispira ad una leggenda messicana secondo cui chi porta il ciondolo ha un portafortuna con sé. Il suono che proviene dalla bola messinaca è in grado di coccolare e calmare il piccolo nel grembo materno. Al di là della leggenda, si tratta certamente di un regalo molto gradito alle mamme in attesa sia per i materiali con cui è realizzato che per il significato che custodisce.
Nella tradizione messicana sono le madri a regalare la bola messicana alle figlie in dolce attesa. Il chiama angeli viene dato in dono per richiamare gli angeli in modo tale che possano proteggere la mamma ed il bimbo che sta per nascere.

Come utilizzare il chiama angeli dopo la nascita?

Il suo piacevole e dolce tintinnio lo rendono un oggetto ideale da collocare sul lettino del bimbo per calmarlo quando necessario. Inoltre, il ricordo del suono della bola messicana aiuterà il bimbo a rasserenarsi più in fretta.

sabato 22 luglio 2017

AD OGNI FACOLTA' IL SUO COLORE, MA IL ROSSO RIMANE SEMPRE IL COLORE DELLA LAUREA PER ECCELLENZA

Il colore della laurea è il rosso per varie ragioni. Primo fra tutti, il rosso ha un valore storico. Infatti, ai tempi dei Romani si era soliti usare la toga (di origine etrusca) come mantello sopra la tunica. Tutti i cittadini romani maschi la indossavano, ma quella delle più alte cariche politiche, dei magistrati e dei poeti era impreziosita da una bordura rossa proprio a voler simboleggiare l'importanza di queste personalità rispetto agli altri.
Un altro motivo per cui si usa il rosso è da legarsi a una tradizione più popolare: effettivamente questo colore è denso di significati positivi, il rosso si mostra come il colore di buon auspicio. Ad esempio nell'arte è il simbolo della fortuna, della forza, del successo e del fuoco.  Il rosso è un colore molto potente, è sorgente di energia, stimola le forze del bene ed espelle l'energia negativa.
In realtà non tutti sanno che il colore rosso non è altro che una convenzione e che in realtà ogni facoltà ha un colore diverso e questo colore varia da ateneo ad ateneo. Identificarlo è semplicissimo, è il colore della coccarda che viene posta nella toga. 


FACOLTÀ/DIPARTIMENTO

COLORE E VARIAZIONI

TeologiaBianco
Lettere e FilosofiaBianco
ArchitetturaNero 
EconomiaGiallo 
Scienze bancarieAzzurro
GiurisprudenzaBlu
IngegneriaNero
FarmaciaRosso granata
Scienze politicheLilla 
Scienze della formazione – Pedagogia – MagisteroGrigio 
Medicina e chirurgia
Infermieristica
Rosso

VeterinariaViola
Scienze matematiche, fisiche, naturaliVerde
StatisticaBluette 
PsicologiaGrigio 
SociologiaArancione
AgrariaVerde scuro
Scienze motorieBicolore – Rosso calotta bianca
Lingue e letterature straniereVerde
Scienze della comunicazioneVinaccia
Accademia delle Belle ArtiCeleste
Quindi se volete essere originali, perché non accostare il colore rosso al colore della vostra facoltà? Un idea semplice è quella dei confetti: è tradizione di laurea inserire tra i confetti uno di colore diverso.

domenica 5 marzo 2017

SAN VALENTINO

Il vero amore può nascondersi confondersi, ma non perdersi mai...

Questi originali portafoto sono disponibli nel nostro negozio.....

Lo so è tardi, San Valentino è passato, ma c'è sempre una buona occasione per fare un regalo alla persona amata......





SIAMO DI NUOVO ON LINE..........IL NOSTRO NUOVO LOOK

Dopo il grande cambiamento effettuato, abbiamo deciso di ritornare on line anche con il nostro blog.
Spostare un negozio che si trovava nella stessa sede da più di 50 anni non è stato molto semplice, ma ce l'abbiamo fatta.
Vi ricordiamo che ora ci trovate in Via Risorgimento n. 14 sempre a Monza, ma nel quartiere San Fruttuoso, con molta più visibilità rispetto alla vecchia sede.
Per chi ci verrà a trovare questa è la nostra nuova location.